Motta Santa Anastasia (CT)

Motta Santa Anastasia (CT)

Motta Sant’Anastasìa è un comune italiano di 12 179 abitanti della città metropolitana di Catania in Sicilia.

Il paese è situato sul versante del monte Etna, dista 12 km da Catania, e si sviluppa su una rupe di origine basaltica, formatasi in epoca glaciale. Data l’imponente massa monolitica, detta, secondo un’antica leggenda, ombelico dell’Etna, tale area ha ricoperto una grande importanza sotto un punto di vista militare.

La parte più antica di Motta Sant’Anastasia è stata edificata su un neck, una rupe di origine vulcanica. Una lunga ed intensa eruzione risalente a 550.000 anni fa provocò la formazione di un cono vulcanico.

Nel corso dei secoli, a causa dei processi di erosione, il cono ha assunto l’attuale forma a “rocce colonnari” prismatiche a sezione esagonale e pentagonale più o meno regolari, raggiungendo l’altezza di 65 metri.

Quello di Motta è l’unico esempio di neck presente in Italia, oltre a Strombolicchio. Altri casi si riscontrano in Francia (Le Puy del Velay), in Algeria (Tamanrasset-Ahaggar) e negli Stati Uniti d’America (Missouri, Montana, Arizona, Utah, Nuovo Messico).

Sebbene l’importanza del sito l’area attorno al Neck da anni ormai versa in un triste stato di degrado. Nessun vincolo per l’area ha permesso l’edificazione case, discariche private e squallide baracche adiacenti alla struttura. Gli stessi lavori di pseudo “consolidamento” hanno inflitto alla rupe enormi danni, cancellando in modo permanente la bellezza della base della rupe. Basta spostarsi di pochi metri vicino al sito è possibile osservare un viale con antichi ulivi di cui il più importante, data stimata circa 1000-1200 anni , anche per questo monumento vivente nessun vincolo, infatti case sorgono a pochi metri dalle sue radici… http://www.isaporidisicilia.com/alberimonumentali/schede/013.htm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *